domenica 30 dicembre 2007

Santo Stefano a Mondello

La passeggiata in spiaggia...



... e la pesca del polpo in diretta!


Ricordi di Natale

domenica 23 dicembre 2007

lunedì 17 dicembre 2007

Siti Nuovi

Ecco che Vi segnalo due siti molto carini delle nostre scoperte da turisti in citta'.

# Per scoprire il negozio delle caramelle artigianali, dove per mezzora siamo tornati bambini, e con un nome molto evocativo: Papabubble, cliccare qui!

# Per vedere come sono le figurine di ceramica dipinte a mano per ricreare la tua famiglia, e che presto avremo anche noi, clicca qui!

Emergenza raffreddore

Saranno anche mali di stagione ma non per questo devono durare tutta la stagione!
Ho preso, anzi mi 'e stato attaccato un bel raffreddore un dieci giorni fa e dopo un po di aspirine sembrava essere sotto controllo, anzi quasi passato. Invece sul piu' bello eccolo tornare a di gran carriera, sfoderando anche una mutazione degna dei trasformers piu' attuali. Prima era un bel raffreddore di testa, combattuto a suon di aspirine e berretto di lana contro il vento, ma poi visto che la testa era ben protetta ha pensato di scedere lasciandomi quasi senza voce ormai da tre giorni, e oggi ha inniziato anche a sfoderare l'arma tosse e quasi quasi anche febbriciattola.
Mi sembra giusto!
Proprio alla vigilia della partenza di Gabri e della mia settimana a casa da sola, e dei due pranzi aziendali (domani e giovedi) e della cena, altrettanto aziendale, di venerdi. Ovviamente il tutto si svolgera' in affumicatissimi ristoranti, visto che la legge contro il fumo nei luoghi pubblici c'e' ma viene ignorata. Per la gioia della mia voce rochissima e della tosse che migliorera' sicuramente...
La mia salute subisce sempre dei brutti colpi con la concomitanza dei due fattori A e B: A- quando resto a casa da sola, B- alla vigilia di eventi natalizi aziendali. L'anno scorso mi sono quasi rotta una caviglia e ho saltellato per una settimana rimanendo bloccata a casa, giusto giusto la settimana che Gabri era via e si svolgeva la cena natalizia aziendale!
Qualcuno mi fa il malocchio.
E sempre per via delle onde negative oggi ho 'annegato' il portatile dell'ufficio. Ho urtato il mio bicchiere d'acqua bello pieno in occasione tosse, e ovviamente si e' versato tutto sulla tastiera provocando l'immediato spegnimento del computer. Sonno dal quale non si e' ripreso. Qualcuno sostiene che deve solo asciugarsi e poi gli passa, lo spero proprio. Non male come prima settimana di contratto a tempo indeterminato. Almeno era un portatile vecchiotto e coi tasti attaccati con l'attac, cio' mi fa sentire un po meno in colpa...

domenica 16 dicembre 2007

Sempre turisti

Questo fine settimana abbiamo ospiti e siamo contentissimi!
I cugini sono venuti dall'Italia a trovarci e quindi questi due giorni ci siamo dedicati a condurli e guidarli nel cuore della citta' per shopping, cibo e ovviamente tutte le migliori attrattive turistiche dalla Sagrada Familia alle Ramblas...
In particolare ieri ci siamo dati allo shopping e oggi invece alle bellezze architettoniche e naturalistiche. Iniziando dal parco Guell proseguendo, a piedi, per la Sagrada Familia con relativo mercatino natalizio dove abbiamo trovato una bancarella di una signora che fa formine di ceramica di persone e crea la tua famiglia, se le mandi la foto ti fa le formine a tua immagine e somiglianza e le dipinge coi vestiti che hai nella foto, poi le incolla su una lavagnetta e ci scrive il tuo mone, ovviamente ha anche gattini, cagnetti e altri animaletti per includerli nella particolare foto di famiglia...
Per pranzo siamo andati a Barceloneta di tapeo e ci siamo presi un bel po di cosette sfiziose. E poi per digerire una bella camminata sul lungo mare. E anche una biciclettata, cosi ho potuto inaugurare il mio Bicing!! La tessera per poter usare le biciclette pubbliche e devo dire che sono proprio belle comode e divertenti!
Per concludere la passeggiata tornando verso casa abbiamo attraversato il barrio gotico e abbiamo scovato un posto troppo bello che fa le caramelle fatte a mano, dietro un bancone a vista. Siamo stati una buona mezz'ora a bocca aperta a osservare come lavorava la pasta di caramella, che ci ha anche fatto assaggiare, esperienza stranissima messa in bocca era ancora calda dalla lavorazione e dopo poco si e' cristallizata in bocca! E' stato bellissimo poi assaggiare anche la caramella finita piccolissima con dentro una formina di fragola...
Appena mi passano le foto ve le mostro che vale la pena!

Tra poco cenona di festeggiamento di compleanno del cugino a base di paella!!! Mmmmmm....

mercoledì 12 dicembre 2007

Facebook

Ecco sono in fissa. Con una nuova. Tanto per cambiare un po, vanno e vengono. La mia americanissima amica Kathy mi ha mandato un invito a Facebook. E ho accetto, mi sono iscritta e ho mandato inviti a tutti, ma molti gi'a lo sanno che gli e' arrivata la mail...

Mi faceva curiosita' questo sito, perche' avevo letto un articolo su uno dei quotidiani gratuiti locali e mi era sembrato carino. Cosi in pratica e' due giorni che appena posso vado a sbirciare e mandare messaggi e a completare il profilo e ad aggiungere la foto... Insomma lo sto sviscerando. Il problema e' che piu' sviscero piu' l'abisso diventa profondo! Ha un sacco di strumenti per mandare messaggini agli amici, ma anche giochi, musica e un sacco di roba.

Insomma mi sono intrippata di brutto!

lunedì 10 dicembre 2007

Geniale!

Adesso andare in vacanza non e' piu' tanto di moda. Per essere davvero avanti si sta a casa e si manda in vacanza qualcun'altro, o qualcos'altro.... Questo sito, geniale, fa fare le vacanze al vostro orsacchiotto di peluche. Perche' non fargli fare un weekend modaiolo nei locali di Berlino, o un Tour naturista per la Foresta Nera. Se poi volete fargli fare davvero un bel viaggio si puo' anche scegliere il Tour del mondo, ci mette un po a farlo e costicchia anche abbastanza, ma poi al ritorno avrete un sacco di foto del vostro orsetto in posto bellissimi!
A me ha ricordato un po il nano del favoloso mondo di Amelie...

Altri troppo avanti sono i cat-bar di Tokyo, per chi non puo' avere mici in casa per le piu' svariate ragioni, la soluzione e' andare in uno dei tre bar appena aperti in citta' che per 7 dollari l'ora mettono a disposizione la compagnia e le fusa di bei gattoni di razza. Non serve dire che e' un gran successo, un sacco di gente va li per bersi un te e leggere un libro con un micio acciambellato addosso.
Io ci andrei, visto che in casa non posso tenerlo...

Canela

Oggi nuovo ristorante: Canela. Cucina mediterranea creativa. Arredamento super moderno, luci soffuse, menu illegibile sia perche' in catalano sia perche i miscugli erano abbastanza strani da rendere difficile capire cosa poteva piacermi. Alla fine ho preso un riso abbastanza semplice con tegoline e gamberetti mantecato con una specie di filadelfia ma piu liquido. E di secondo dei polpetti semplici semplici, li avevo visti passare al tavolo a fianco e mi erano sembrati sufficientemente innocui... Infine il dolce: crepe con dentro gelao al cioccolato. Mah... Buono ma a me sti posti mi lasciano perplessa.
Voglio dire, Ginger ha le tapas creative ma sono davvero sapori sorprendenti, questo invece era strano e basta. Conclusione: Non vi perdente nulla se non ci andate.

sabato 8 dicembre 2007

Alberello

Uno tra i tanti motivi per cui sono proprio contenta di aver fatto il ponte dei morti in macchina e aver preso quasi tutte le nostre cose, e' che abbiamo portato anche il nostro magnifico albero di Natale!

L'anno scorso lo abbiamo comprato e io lo ho decorato con tanto amore, e fatica per trovare le palline giuste, quindi mi sarebbe spiaciuto troppo restare senza quest'anno. Invece eccolo qui che sbrilluccica festosamente accanto al caminetto, cosi Babbo Natale e' anche comodo a lasciare i regali. In realta' noi non ci saremo, saremo a Palermo, speriamo che si ricordi di passare li'... O che faccia doppio giro, hihihihi!






Eccomi...

...qui di nuovo. Negli ultimi giorni abbiamo avuto poca rete e non sono riuscita a vedere il blog e a rispondere ai commenti! Quindi intanto saluto tutti!!!

E poi volevo mostrarvi da qualche tempo il nostro nuovo acquisto di casa: La libreria-mobile della sala!





Per la serie 'cose fighe che sono capitate ultimemente': oggi siamo finiti in un film!! Stavamo passeggiando per un vicoletto del Born e a un certo punto un tizio (evidentemente attore protagonista) ci viene in contro con uno sguardo stralunato, ci accorgiamo subito dopo che sulla destra c'e' una telecamera professionale con tanto di microfonista, mentre ci incrociamo per la stradina finiamo nell'inquadratura. Poi il tizio gira e entra in un posrtoncino e subito sbuca da dietro l'angolo una ragazza che faceva quella che seguiva il tipo con passettini guardinghi mezza appiattita lungo il muro.


lunedì 3 dicembre 2007

Amore materno





A volte in natura ci sono adozioni o amicizie strane, ma questi maialini vestiti da tigrotti e la loro mamma adottiva sono troppo teneri!!!!

Che belli i regali

Immagine di CUBA 3 ED. LONELY PLANET|

Ecco cosa sono andata a prendere in posta pochi giorni fa... In posta si, si!! Perche' mi e' arrivata con pacco, a gratis, solo per aver comprato il primo numero della rivista Lonely Planet uscita a agosto... quasi quasi ci organizziamo le prossime vacanze estive....

domenica 2 dicembre 2007

Fiesta...

...Ieri sera siamo stati invitati a una festicciola a casa di un collega di Gabriele, tale Stefan, casa che divide con due ragazze siciliane e un catalano. Ora di ritrovo 22.30 a casa sua. Noi con grande sforzo, da quali vecchietti che siamo, alle 23 ci siamo alzati dal divano e invece del pigiama abbiamo messo le scarpe. Cammina cammina siamo arrivati a destinazione, suoniamo il campanello 2/3 e scoperta delle scoperte quando saliamo scopriamo non solo di essere i primi, ma di essere anche arrivati con imbarazzante anticipo. Noi avevamo ingenuamente creduto che un'ora di ritardo era sufficiente, ma evidentemente no! Il resto degli invitati ha iniziato ad arrivare dopo mezzanotte. Per prime sono arrivate delle ragazze italiane, tutte erasmus di architettura di Venezia, che ovviamente hanno portato lo spritz! Poi piano piano ha iniziato ad arrivare anche il resto della ciurma maschile che aveva aspettato la fine della partita del Barca prima di uscire...
Mi e' sembrato di fare un salto indietro nel tempo... non perche' fossimo i piu' vecchi, anzi. Ma perche' tutti sti studenti festaioli spensierati mi hanno ricordato i vecchi tempi e fatto pensare: che cavolo! Perche' non ho fatto anche io l'erasmus?... In realta' lo so bene, non volevo perdere tempo e poi la mia uni mi avrebbe spedito in qualche citta' sfigatissima...Nessuna BCN era nelle possibilita'. Al massimo un posto sfigatissimo all'interno della Spagna o magari la Germania o perche' no la Polonia! Alla fine qui ci siamo approdati lo stesso e anche per stare piu' a lungo! Forse!
La fauna festaiola a un certo punto si e' allargata quando la festa si e' unita a quella dei vicini di casa, che sono arrivati in massa coi loro amici, un po dalla porta e un po scavalcando dal balcone... Piccolo particolare nessuno si era ricordto di prendere le chiavi prima di chiudere la porta, ma se ne sono accorti solo un po di drink dopo, quando scavalcare il balcone aveva raggiunto un tasso di difficolta' ben piu' alto. Cmq uscendo nessuno incrostava il marciapiede quindi deduco che ci siano riusciti.
Per il resto bene, ho praticato lo spagnolo con un po di persone tra cui tedeschi, brasiliani e spagnoli e ho anche scambiato il numero con una ragazza di BCN di origini persiane, con un nome assurdo (Gandom) ma super spagnola, flamenquera e simpatica. Invece Gabri ha perfino scoperto di essere praticamnte vicino di casa a Palermo di una delle due padrone di casa.
Alla fine da bravi vecchietti alle 2 e mezza iniziavamo ad romperci e siamo tornati a casuccia. Ma immagino che festa sia durata ben oltre....

mercoledì 28 novembre 2007

NIE

Non ci crederete.... perche' non ci credo nemmeno io, ma finalmente sono andata a fare il Nie!
Cos'e'? E' un numero di residenza per stranieri, serve per tutto, per fare un contratto di lavoro ad esempio, e per il dottore... La trafila comporta vari passaggi di cui avevo eseguito solo il primo, andandi in conune e dichiarando la mia residenza con tanto di contratto d'affitto, poi c'era questo ufficio stranieri che mi incuteva terrore... praticamente da luglio! A settembre, prima di iniziare il tempo pieno ero andata fare un salto verso le 13-14 e ovviamente in portineria mi avevano detto che era tardi, mi hanno messo in mano due moduli da riportare firmati e detto di tornare l'indomani per le 8 del mattino, ma anche prima per prendere il posto in coda... Spaventata ho lasciato passare 2 mesi! Poi l'improvvisa ispirazione, grazie anche a Gabri che finalmente aveva un paio d'ore per accompagnarmi, che comunque aveva da fare anche lui la comunicazione di cambio indirizzo. Cosi' sta mattina sveglia alle 6.30, ancora notte, e alle 7 fuori di casa. Alle 7.40 siamo a Barceloneta in coda. Ci guardiamo l'alba in strada aspettando che aprano il portone, gia' una ventina di persone davanti a noi... Solo alle 9 inizia a passare un impiegato del comune chiedendo chi e' li per la richiedere il Nie, alzo la mano, viene mi da altri moduli, mi dice che devo andare all'altro edificio, primo piano, porta B, e portare anche una fotocopia del documento di identita', che non ho... Attraverso la strada, faccio la fotocopia e corro a rimettermi il numero, mi danno un numero per la coda assolutamente inutile visto che non chiamano i numeri, ma quando me ne accorgo gia' diverse persone mi hanno passato... Alla fine do il fogliame vario all'impiegato piu' lento che mi riporta il modulo della tassa: "Scenda e vada a pagare questo in banca, poi torni e le consegno il Nie". Corri giu', nel frattempo Gabri che era rimasto all'altra coda aveva gia' finito e mi accompagna alla banca. Paghiamo sti 6.70 Euro e di nuovo su, primo piano, porta B. Aspetta che un impiegato metta fuori la testa e dagli la ricevuta della tassa pagata. Ed ecco il mio foglio azzurro: certificato di residenza, e numero x-9361... Il mio Nie!
E sono solo le 10.30!! Al lavoro.

Prossimo step andare a farsi assegnare il medico. A tra due mesi....

Banana Republic

L'altra sera abbiamo visto questo grande successo di Woody Allen. Devo dire che lui da giovane aveva proprio la faccia da folletto e dei capelli assurdi!
Ci ho rivisto molto del Woody degli ultimi film, intendo quelli divertenti, che piazzano battute pungenti e umorismo sottile al posto giusto, anche se in qusto film erano mescolate a scene fantozziane, tipo quando lui scende dalla macchina e cade in un tombino... Certo la storia, Castrado invece di Castro e le battute sulla Cia, girato negli anni in cui 'e stato girato... Bella faccia tosta, e strano quasi che gliel'abbiano fatto fare e che non si sia offeso piu' di tanto nessuno...
Per non parlare della breve ma folgorante apparizione di Stallone giovanissimo nel ruolo di un teppista senza nemmeno una battuta!

Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

martedì 27 novembre 2007

Le prime volte

Questo fine settimana appena passato ci sono state ben due prime volte per me...

1- finalmente ho guidato! In citta' almeno, in autostrada gia' mi era capitato ma in citta' mi metteva un po di ansia, visto il traffico e le dimensioni dele strade, 4 corsie di auto, motorini, taxi e bus che sorpassano a destra e a sinistra indistintamente. Io non e' che sono proprio abituata... Il battesimo pero' e' stato cauto, innanzitutto ero solissima, quindi senza pare di avere qualcuno che ti guarda che in situazione di ansia me la raddoppia, e poi di sabato mattina il traffico e' solo il 20%, e per finire sono andata in aeroporto quindi ho percorso solo le grandi arterie e un pezzo di tangenziale, in pratica di centro quasi nulla. Soddisfatta ho percorso il mio tragitto in un quarto d'ora, per andare a prendere Gabri al ritorno da un viaggio di 5 giorni a Ulm, Germania, luogo alquanto inospitale in questo periodo dell'anno per nebbia fitta e temperature rigide! E pensare che a quest'ora potevamo essere li e non qui... Brrrr.... brivido di terrore!

2- Finalmente abbiamo inaugurato la casa e avuto ospiti a cena! Dopo una domenica totalmente casalinga dedicata a lavatrici e pulizie, ci siamo dedicati un po anche alla cucina, in realta' solo Gabri che ha fatto le tagliatelle all'uovo (buonissime come al solito) invece il mio famoso ragu' era gia' pronto... Cosi mentre lui impastava non ho avuto scuse e ho dovuto stirare quella pigna di roba che mi guardava minacciosa! Il punto non e' questo in ogni caso. Il punto e' che finalmente abbiamo avuto gente a casa ed e' stata una piacevolissima serata, in bella compagnia, dopo due mesi che tentavamo di invitare questi amici a cena siamo riusciti a beccarli in citta'... Amicizie da coltivare...

sabato 24 novembre 2007

Salvador Dali'

Mi sono ricordata di questo video scovato qualche tempo fa...
Lo so che e' in inglese e questo potrebbe mettere in difficolta' qualcuno ma trovo che sia davvero troppo divertente per non guardarlo! E poi i gentili partecipanti al gioco "indovina chi e' l'ospite" partlano con pronuncia perfetta come si faceva una volta in tv quando era colta...

Breve descrizione per sapere cosa aspettarsi:
Lo scopo e' indovinare l'ospite e partecipano 4 giocatori piu' un mediatore, seduto accanto all'ospite, che viene spesso messo in difficolta' da Dali'. In effetti rispondendo si a praticamente ogni domanda si conferma: perfomer, atleta, scrittore, perfino disegnatore di fumetti!

Rispecchia davvero la sua personalita'.

giovedì 22 novembre 2007

Festeggiamenti {Parte quinta}

Finalmente domenica mattina andiamo a questo benedetto museo-mausoleo, e chi piu' ne ha piu' ne metta, di Dali'. Devo dire cha a conti fatti abbiamo fatto proprio bene a rimandare visto che ci abbiamo messo ben 3 ore e mezza a girarla tutta! Conclusione: quest'uomo era un pazzo scelrato che si faceva di allucinogini! Edc era anche leggermente egocentrico. Tutto il "teatro" come lo chiamava lui se lo e' fatto da solo a proposito per metterci dentro le sue opere e per farcisi seppellire. Ed effettivamente non e' che si possa dire che sia un edificio discreto: rosso con enormi uova poste in cima alla facciata. Dentro c'era di tutto quadri, disegni e scuture, perfino gioielli. e ovviamente la sua tomba. Tra le scuture spiccava il taxi piovoso: un auto nera che si dice sia appartenuta a Buffalo Bill, con dentro tre manichini e una pianta. Ci metti un euro e inizia a scendere acqua dal soffitto! Imperdibili le facce dei vecchietti in gita parrocchiale che non se lo aspettavano...
E poi anche quadri che se visti con delle lenti particolari mostrano un'altra cosa e tra i gioielli notevole un cuore d'oro con dentro un'altro cuore ma di forma umana e ricoperto di rubini che per di piu' pulsava! Che impressione sembrava vero, solo piu' scintillante...
Le cose strane non mancavano isomma.
Usciti di li ci siamo diretti verso la maccihna per il ritorno a casa, ma non avevamo tutta questa fretta, cosi abbiamo deciso di passare per Vic, cittadina famosa per la longaniza, una specie di salame. Il navigatore ci dava un'ora e mezza di strada, quindi giusto per pranzo. Partiamo. Le streda tutto bene, campagna spagnola, finalmente vediamo che i gli alberi iniziano a ingiallire anche qui all'alba di meta' novembre e a un bel punto il navigatore indica di girare a destra. Noi da bravi lo seguiamo. Bene, scegliere bene i criteri con cui vogliamo che selezioni il percorso e' molto importante. Tragitto corto non significa rapido. Infatti per lui corto significava 'tagliare' per una strada di montagna infinita che all'inizio ci piaceva pure, abbiamo visto qualche fattoria, un bel panorama, dei vitelloni che pascolavano liberi, e sembrava quasi di essere di nuovo sugli appennini. Solo che dopo due ore di strada ancora non si vedeva l'ombra di Vic! E ovviamente non avevamo nulla per calmare la fame visto che le due erano gia' passate da un po. Finalmente arriviamo a destino che sono quasi le tre, per trovarci davanti un paese semi fantasma, tutto chiuso! A quanto pare non si usa proprio mangiare fuori la domenica! Finalmente troviamo un Bar Sport convertito in ristorante che ci da da mangiare, alle passate e' ancora ora di pranzo, e il tavolo accanto a noi aveva appena ordinato. Mangiamo cosi cosi ma senza alternative ci accontentiamo e poi scappiamo verso casa. Questa volta strada veloce!

mercoledì 21 novembre 2007

Festeggiamenti {Parte quarta}

Il lungo, ma piacevole viaggio in macchina, ci ha portato a Figueres. Paesotto famoso in quanto ospita il mausoleo di Dali'. Purtroppo/perfortuna siamo arrvati tardi, d'inverno chiude alle 17.30, noi siamo arrivati alle 17.25 e ci avrebbero dato solo mezz'ora per visitare il museo-tomba. Cosi' abbiamo deciso che era davvero un peccato vederlo di corsa visto anche il prezzo del biglietto, quindi abbiamo optato per fermarci a dormire e vedere il museo l'indomanio con la dovuta calma. Ci avviamo verso la piazza principale in cerca dell'ufficio del turismo perche' ci consigli un buon albergo barato (economico). Non trovandolo chiediamo a un vigile indicazioni e lui gentilissimo ci dice che il sabato e' chiuso. Ma con che senso mi chiudi un ufficio del turimo di weekend se e' proprio il weekend che si fanno le gite??? Vabbe', lui ci chiede amabilmente di che avevamo bisogno e gli diciamo che cerchiamo un albergo, e ci fa: Que sea barato? noi ovviamente : claro! E ci indica l'Hotel Europa, che non e' male e non costa molto. Poi passa alle indicazioni stradali, Girate li a destra proseguite e all'incrocio girate a sinistra, l'hotel sta giusto dopo il cuchara (cucchiaio). Grazie, grazie mille e ci avviamo. Dopo 3 passi Gabri mi fa: ma cos'e' il cucchiaio? E io: sara' magari un bivio o qualcosa cosi' non ne ho idea, non l'ho mai sentito per indicazioni stradali. Giriamo a sinistra al secondo incrocio come indicato ed eccolo il cucchiaio! Un cucchiaio davvero! Solo gigante lungo un 5 metri... una scutura! Ci siamo guardati: ma che scemi siamo, chiaro no! Ogni citta' che si rispetti ha un cucchiaio gigante mewsso da qualche parte! E noi che pensavamo a un bivio....

L'hotel ci e' stato molto ben consigliato, per 45 euri ci hanno dato una camera bellisima e discretamente grande con un bagno grande pure, con vasca e perfino bidet! e soprattutto super pulito!!! Appena vista la vasca ci siamo infilati nell'acqua bollente per toglierci di dosso la stanchezza del lungo viaggio... E poi ci siamo fatti un aperitivo ben comodi nel letto guardando la tv: i bisctti che mi ero portata in borsa e il moscato comprato per strada... bevuto a canna...
Questa si che e' vita!
Dopo esserci vestiti siamo usciti in cerca di un posto per cenare, la lonely planet ne indicava un paio. Ce li siamo segnati e via a spasso. Bellissimo.Primo non c'era freddo p[er nulla e poi i negozi erano ancora aperti anche se erano le 8! Quindi un'ora intera per girovagare e curiosare nei negozi! La Spagna e' troppo bella... Purtroppo i due posticini indicati dalla guida erano chiusi per ferie, non e' esattamente alta stagione adesso... Per fortuna pero' avevo adocchiato una birreria che faceva anche brace. Ci siamo diretti li e a parte il fumo dei clienti che aperitivavano e la cameriera dell'est con una faccia da funerale, era perfetto! Un sacco di birre, tapas e carne alla brace! Abbiamo aperitivato con qualche tapas tanto per calmare lo stomaco a semi digiuno dalla mattina e poi ci siamo fatti io una entrcote al pepe verde e lui una butifarra (salsiccia). Erano buonissimi e la carne super morbida e super abbondante. Conto? Super barato! Tipo sui 15 a testa con tre birre, tre tapas e due piatti di carne!
Tornati all'albergo abbiamo scoperto che le altre stanze occupavano una scolaresca francese che molto carinamente ha fatto macello fino alle 3 tenendoci discretamente svegli!

martedì 20 novembre 2007

Festeggiamenti {Parte terza}

Dopo il concerto, gli autografi ecc, visto che non era tardi abbiamo pensato di fare un girino per Montpellier. Devo dire che per essere piccolina e' piuttosto viva, un sacco di ragazzi in giro. Ma essendo citta' universitaria e' anche inevitabile. Il centro e il corso principale sono una piacevole passeggiata, qualche localino sparso, anche se nessuno ha catturato il nostro interesse. Arrivati alla piazza principale visto il freddo e il nostro mood non da locale affumicato e rumoroso, abbiamo optato per tornare all'hotelino triste che ci siamo trovati per la notte.

La mattina pero' ci siamo rifatti, abbiamo ripetuto la passeggiata per il centro aggiungendo anche il parco, e nel primo panificio che ci ha ispirato perche' aveva una vetrina di cose buonissime, siamo entrati a comprare un croissant appena sfornato. Due cose sanno fare bene i francesi: pane&co e borse. Era buonisssimo super soffice che quasi squagliava in bocca (probabile avesse una quantita' di burro e strutto da far impallidire la mia bilancia), e poi non abbiamo saputo resistere e ci siamo presi anche due mini quiche: una al prosciutto e una con spinaci, per lo spuntino...
Mangiando il nostro cornetto per strada abbiamo raggiunto la piazza principale e ci siamo accomodati a un tavolino al sole per prendere il resto della colazione: caffeole' e succo. Il sole era cosi' forte che ci ha scaldato per bene, e presi da questa atmosfera rilassata abbiamo deciso di non prendere l'autostrada per tornare a casa, anzi di non puntare subito a casa ma a Figueres facendo le strade statali indicate dal navigatore.
Scelta assolutamente azzeccata. Ovviamente ci abbiamo messo il doppio o forse di piu' ma durante il viaggio ci siamo goduti un panorama bellissimo di campagna e di vigne sconfinate, abbiamo attraversato paesini graziosi e ci siamo perfino fermati in una cantina a degustare e poi comprare del vino. E' mancato solo il pranzo sostituito dalle due mini quiche e da alcuni biscotti saggiamente messi in borsa prima di partire... Abbiamo perfino passato una stazione doganale in disuso con i relativi negozi che dovevano essere tax free, e che evidentemente continuano a essere economici viststa l'enorme affluenza di francesi in un luogo che consta in tutto di 100 metri di negozi di vari tipi e generi (anche se il tabacchino era preponderante).

lunedì 19 novembre 2007

domenica 18 novembre 2007

Festeggiamenti {Parte seconda}

Smaltita la cena del mercoledi', venerdi' ci siamo presi il pomeriggio libero per una gitina fuori porta con accompagnamento musicale.

In effetti e' stato l'evento piu' programmato e atteso di tutto il weekend, per il quale ci preparavamo da mesi e che aspettavamo da almeno un paio d'anni ...

Il concerto dei nostri preferiti :
Pink Martini!!!

Siamo loro grandissimi fans e li seguiamo attentamente e finalmente, dopo lunga attesa fanno un concerto vicino a noi. O almeno sufficientemente vicino, considerato che siamo andati comunque all'estero: in Francia a Montpellier per l'esattezza. Biglietti comprati su internet con posti numerati e inviatici tramite raccomandata. Dopo un 4 ore di macchina siamo approdati all'hotel, un po triste ma mooooolto economico... Posate le valigie ci siamo lasciati condurre dal navigatore (santa invenzione!) fino al teatro simil-tendone di Zelig Circus, dove abbiamo addentato un panino discreto per cena. Visto l'anticipo di un'ora abbiamo mangiato e atteso un po su una panca guardando un po la gente che arrivava, devo dire anche con curiosita', in effetti non conosco nessuno che conosce i Pink Martini e visto il genere particolare che non so nemmeno come chiamare o descrivere, non sapevamo nemmeno che tipo di pubblico aspettarci.
L'attesa e' stata allietata da una bimba sui 6 anni, molto graziosa e con un vestitino con dei fiori di lana cotta applicati molto particolare, che ha iniziato a correre qua e la e andare dalle persone dicendo non so che in francese (lingua a noi totalmente sconosciuta), ed e' arrivata anche da noi, ci si e' piazzata di fronte e con la sua bacchetta magica, una penna, "abra cadabra" ci ha trasformato credo in due conigli, almeno suonava come coneill o simile... La madre, vestita in modo non meno strano della figlia la ha chiamata Amelie... non aggiungo altro.
Nella nostra nuova condizione di roditori, felici e sorridenti ci siamo accomodati alle nostre poltrone numerate, da cui ci siamo goduti la prima meta' del concerto. La seconda invece ci siamo trasferiti sotto il palco come da invito della cantante. Loro sono stati meravigliosi, tutti quanti! Il pianista, il trombettista, il trombonista, i percussionisti, i violinisti e anche il chitarrista e il contrabassista. Ovviamente lei, la cantante, e' stata meravigliosa. Grande presenza scenica, eleganza e voce incredibile. Tutti hanno dato prova di grande virtuosismo e di affiatamento, trasmettendo il loro mood attraverso le note.
Alla fine del concerto abbiamo indugiato un po sotto il palco nella speranza di un autografo e magari di una parola coi nostri eroi. La sorveglianza ovviamente era rigidissima e hanno fatto passare al back stage solo chi aveva il pass speciale e un tizio che forse era un giornalista (era bardato di mega macchina fotografica e carta e penna). Cosi dopo un po ci siamo arresi e abbiamo chiesto al gorilla se almeno ci faceva autografare la copertina del disco e lui con grande piacere ci ha esaudito riportandocela dopo qualche minuto con le 7 firme dei componenti di maggior rilievo!!!! Figata!!!! Inutile dire che ho camminato fino alla macchina tenendola molto ben in vista... tipo bambina di 4 anni con barbie nuova.

Festeggiamenti {Parte prima}

In questi utimi giorni abbiamo fatto un sacco di cose che non so da dove iniziare!!! Proviamo con l'ordine cronologico.

Mercoledi' sera per festeggiare ci siamo concessi un'uscita al ristorante. Ma questa volta vista l'occasione speciale non abbiamo badato troppo al portafoglio e abbiamo scelto un posto un po' piu' elegante, di livello medio alto (almeno per le nostre tasche!). Siamo stati al 7 Portes. Locale storico della citta' aperto dal 1936 , in zona Barceloneta alta.
Ovviamente era strapieno, tutte le guide lo nominano ma oltre ai turisti e' anche molto amato dai barcellonesi.
La cucina offre tantissimo e infatti il menu' e' grande tipo lenzuolo e c'e' davvero l'imbarazzo della scelta. In ogni caso e' famoso per i risotti ossia: paella in varie versioni e riso col nero di seppia. Noi ci siamo buttati sula paella classica con pesce e carne, che per noi era la prima volta, le altre paelle mangiate infatti erano solo di pesce. Hanno portato la casseruola super annerita dall'uso (meta' del gusto indiscutibilmente sta li...) piena di riso condito con gamberetti, cozze, pezzi di pesce, di pollo, di coniglio e perfino di salsiccia! Se la saranno anche fatta pagare ma le porzioni erano per 4! Super enormi, abbiamo fatto due bis. Il che e' anche piacevole se non ti sei fatto tentare dall'antipasto, come invece abbiamo fatto noi. Infatti prima della paella migliore che abbiamo mangiato finora, ci siamo sbafati anche: io una casseruola di cozze con sugo alla pescatora, ossia aglio e pomodoro, che era cosi' buono che non ho potuto fare il toccio! Gabri invece ha provato una zuppa storica, ricetta invariata e tramandata dal 1931 a base di coda di rospo e forse zucca visto il colore, molto delicata e sofisticata. Tra l'altro anche quella era in quantita' industriale: prima hanno portato il piatto e poi la zuppiera con un'altra porzione abbondante!
Alla fine il prezzo era piu' che adeguato alla qualita' e alla quantita'.

Non preoccupatevi, per smaltire siamo tornati fino a plaza Catalunya a piedi (un paio di km... forse tre, e io avevo anche i tacchi...)!

martedì 13 novembre 2007

Felice Anniversario!

Oggi e' un giorno importante, si festeggiano ben 3 anni di vita assieme: Auguri!!!


myspace graphics

myspace graphics



Anch'io ti voglio un sacco di bene e buon anniversario anche a te! Gabriele

domenica 11 novembre 2007

Ristoranti nuovi

Restaurante Unicornius

Ristorantino che non e' nelle mie corde e non ci sarei mai andata di mio, ma mi ci hanno portato e ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Il genere e' vegetariano biologico. E gia' uno si aspetta qualcosa di asettico e insapore. Invece dopo il primo impatto con un diffuso aroma di incenso, ci siamo messe (io e la mia capa) in un'altra sala meno appestata e abbiamo scelto di fare il mezzo menu' che consiste in insalata a buffet e un piatto caldo. Il buffet era davvero ricco, non solo di fogliame e carotame classico, ma sfoggiava anche del cuscus con verdurine, un'altra insalata di orzo e altre verdurine e anche un'altra di lenticchie, oltre a formaggio super biologico e uova sode. E come salsina di condimento si proponevano una cosa arancione che aveva tutta l'aria di essere fatta in casa e assangiandola ho scoperto che sapeva di zucca, interessante.
Il piatto caldo che ho scelto era davvero buono: amburger con mozzarella. Ovviamente l'ambuerger non era di carne ma di patata schiacciata e moscolata a zucchine e altre verdure e poi fritto, ma non unto, accompagnato con una specie di caponata di peperoni, cipolla e salsa di pomodoro. Buono. E la mozzarella filava....

Taller de Tapas

Questa invece e' una catena di ristoranti, ce ne sono diversi in tutta la citta'. Il menu' e' uguale per tutti e anche i prezzi. A parte il menu' fisso del pranzo, anche qui si compone di un primo piatto e un piatto principale a scelta tra tre e bibita, solo che ogni sede fa il suo prezzo e tra un ristorante e l'altro puo' variare anche di 5 Eurini...
Ce n'e' uno nel barrio gotico, in carrer Comtal, che e' il piu' economico: con 8.40 si pranza e anche abbastanza bene. Certo sono un po tutti uguali e quindi con poco carattere, pero' non si puo' avere tutto e tutto sommato da una pausa pranzo non ci si puo' aspettare troppo, no?


Cent Focs

Di sicuro e' il piu' elegante dei tre, tovaglie bianche e arredamento moderno, cucina catalana. E anche super affollato, d'obbligo arrivare prima dell'una e mezza, ancora presto per gli spagnoli che arrivano tutti dopo le 2 e alle 2.30 c'e' la lista d'attesa di 20 persone. Si mangia bene e anche qui a pranzo si puo' scegliere la formula del menu' del giorno economica rispetto ai prezzi normali della cena, euro 8.60. L'unica cosa che dispiace e' che siano super rapidi a portarti il cibo, e a toglierti il piatto appena hai finito. Mettono un po fretta, e quando esci ti accorgi anche il perche'... tutta la gente che aspetta un tavolo ammassata all'ingresso... Ma dei tre e' sicuramente il migliore per rapporto qualita'-quantita'-prezzo. Consigliato anche per la posizione super centrale e facile da raggiungere!

Cassandra's Dream

Ieri sera cinema!

Ovviamente un altro film di Woody Allen visto che ormai ci siamo intrippati. Non so se sia gia' uscito anche in Italia (tipo Ratatuilles qua e' uscito 3 mesi prima...), quindi vi dico solo che e' un film di quelli drammatici, non di quelli che fanno ridere, e lui non recita. E' un po in stile Match point ma con meno tensione, anche se con piu' morale e sensi di colpa. In ogni caso non sono mancati un paio di momenti divertenti, di quell'umorismo un po nero che si ti trovi tu in una situazione cosi' c'e' ben poco da ridere... Alla fine ovviamente i cattivi pagano per i loro misfatti, non per mano della giustizia ma per mano del fato. Ci ha ricordato un po Hitchock...

Ci e' piaciuto ovviamente. Adesso spettiamo con ansia l'uscita del film che ha girato qui, e che abbiamo sbirciato durante le riprese al parco Guell... (vedi post in agosto...).

Dimenticavo che l'abbiamo visto in spagnolo e anche questa volta zero problemi di comprensione. Se lo avessimo visto in inglese lo avremmo seguito di meno , dopo tutti gli anni che lo abbiamo studiato ancora non abbiamo l'orecchio. Non c'e' niente da fare, finche' non ci vivi in mezzo per un periodo sufficentemente lungo non si riesce a dare una svolta al proprio livello. Noi spero che la svolta la stiamo dando qua in Spagna... Domani tandem che si fa esercizio!

Ecco la squadra del film...

Colin, Woody e Ewan (falso magro, gli si vede un bel rotolo di ciccia a un certo punto...)


Ginger

Ieri sera dopo un bel giro in centro a guardare vetrine, siamo tornati dopo un sacco di tempo a uno dei miei localini preferiti. Anzo forse e' proprio il mio preferito di Barcellona. Si chiama Ginger e si trova nel barrio gotico. Quando entri sei subito accolto da luci soffuse e musica molto chic, tipo ambient e chill out. E' diviso in varie salette comunicanti e poste su livelli diversi, ognuna con pochi tavoli e non sedie ma: poltrone di pelle beige. La mia saletta preferita e' quella al centro tutta ricoperta di specchi dorati che contribuiscono a ovattare l'atmosfera.
Chi ci lavora e' molto rilassato, per la serie "mentre ti verso da bere mi fumo una cicca", peraltro hanno una buona selezione di vini spagnoli tra cui scegliere (ieri e' toccato a una cava rosato molto interessante) e poi fanno anche qualche tapas. Le loro pero' non sono semplici tapas: sono esperienze sensoriali. Io ero affezionata al loro riso pilaf condito con germogli di soia, pollo e aceto di miele. Ieri scopriamo che hanno cambiato totalmente il menu. Superata la prima difficolta' di traduzione (era in catalano) e il primo giro di pane con pomodoro e fuet (ossia una specie di bruschetta e del salame) ci siamo buttati. Io ho preso una tortina di mele con foiegra caramellata: un dolcissimo equilibrio di sapori molto fusion, sembra assurda cosi' a dirla ma era buona davvero. Gabriele invece si e' buttato sul carpaccio con sotto un insalatina di patate condite don un olietto al basilico freschissimo. Anche il suo meritava un paio di mmmmmmm.....

L'unico neo se si puo' definire neo, e' che e' frequentato praticamente solo da turisti, trovandosi sulla lonely planet e' inevitabile. Pero' merita davvero.

Evviva le coccole

Ci sono coccole di vari tipi, si puo' essere in due, farle e riceverle, e altre invece ce le facciamo da soli. Come una tazza di latte e biscotti prima di dormire, un trattamento speciale di bellezza, un bagno caldo lungo lungo senza nessuno che stressa, e questo genere di cose...

Questa per me e' l'ultima moda della coccola giornaliera quando torno a casuccia:



Morbide morbide, candide, calde e soprattutto PELOSE!!!!

venerdì 9 novembre 2007

Breve aggiornamento

Siamo tornati alla vita di tutti i giorni, al lavoro, alle faccende di casa....

Ho tre nuovi ristoranti da segnalarvi. Grazie ai buoni pasto pranzando tutti i giorni fuori ne ho conosciuto qualcuno e visto che sono interessanti ve li indicherò appena possibile (da leggere: appena il vicino ricomincia a navigare e ci accende la wireless di sera!!).

Lo spagnolo migliora, ieri sera abbiamo visto "Ti presento i miei" (Los padres de ella) e abbiamo capito quasi ogni parola. Siamo proprio contenti! In ogni caso la tv e gli attori spagnoli che parlano in spagnolo continuano a presentare qualche difficoltà in più.

Meteo: si avvicina il momento di tirar fuori il cappotto. Sta mattina l'aria era proprio freschina.
Ma resisto!

lunedì 5 novembre 2007

Paesaggi d'Irlanda





Capodanno 2006

A casa

Rientrati alle temperature piu' gradevoli di casa. Il viaggio del ritorno e' stato lungo anche se l'abbiamo spezzato in due tranches quasi uguali. Ci siamo fermati a dormire vicino a Cannes, abbiamo provato sulla costa aspettandoci di trovare un posticino, ma era tutto chiuso, senza parcheggio o carissimo. Quindi abbiamo optato per un albergo 'Le Domain Del'Albatros' scovato in internet, ben tre stelle per un prezzo scontatissimo vista la bassa stagione e il l'omino della reception e' stato cosi' gentile da applicarci lo sconto previsto per la prenotazione via internet (ben 16 euro!). Cosa piu' importante e' che aveva un bel parcheggione ampio, con cancello che chiudeva a mezzanotte e guardia con cane tutta la notte. Visto la macchina stracarica.... Dopo una cena fugace al cinese locale, siamo tornati alla base e dopo una doccia bollente siamo crollati per 10 ore filate di sonno profondo. Bello il letto di quel posto! Il divano letto di Treviso non e' stato poi cosi' riposante. Arrivati ieri ci siamo scaricati la miriade di cose e ce le siamo anche sistemate quasi tutte. Siamo strati bravi e alle 10 siamo crollati di nuovo a nanna.

Oggi di nuovo al lavoro, che stanchezza pero'! Almeno il tandem e' stato rimandato a mercoledi. Mi sa che ci vorra' qualche notte di super dormite prima di riprenderci del tutto dalla faticata.

venerdì 2 novembre 2007

La sorpresa

Guida guida guida guida.

Scendi, fai benzina. Che freddo, che vento! Mangiamo un panino?

Guida guida guida guida.

Quanto manca? Siamo quasi a meta', dormiamo un paio d'ore.

Sono le tre e mezza. Ripartiamo.

Guida guida guida guida.

Che bella la Liguria all'alba. Facciamo cambio.

Guida guida guida guida.

Sorpresa!!

Siamo appena arrivati ma e' gia' ora di ripartire. Prepara la lista delle cose da caricare in macchina. Compra la scorta di pasta. Buona notte, domani si riparte.

martedì 30 ottobre 2007

Evviva il sole

Ultimamente stanno andando via proprio delle belle giornate, per dire: domenica abbiamo pranzato in terrazzo in maglietta e si stava proprio da dio! Per essere agli sgoccioli di ottobre devo dire che mi fa un po strano, iniziano già a comparire le prime decorazioni natalizie nei negozi e per le strade, per non parlare delle castagne... Io le adoro ma proprio non mi fanno voglia! Fa ancora troppo caldo. E' bello mangiarle calde calde per scaldarsi un po, ma se non fa freddo? nemmeno di sera? Il bello viene a mancare e non fanno voglia.

Continuanndo a fare i turisti in città domenica pomeriggio siamo stati al Tibidabo. La collina è proprio sopra casa nostra e la sera sfoggia un santuario illuminatissimo che domina tutta la città. Ci siamo avviati a piedi fino all'inizio dell'avenida Tibidabo, poi abbiamo preso il tram blu, originale e storico, con i lampadarietti liberty all'interno, che piano piano risale parte della collina, tra ville spettacolari e cancelli in ferro battuto alti tre metri... Alla fine della corsa si prende la funicolare che sale l'altra metà della collina e da cui si inizia a vedere il panorama cittadino.

In cima il colpo d'occhio è spettacolare, si vede tutta, ma proprio tutta!, la città comprese le colline verdi circostanti, e anche i paesini oltre le colline, e poi il porto enorme e il mare. Dicono che quando non c'è foschia si arriva a vedere Palma...
Per il resto la collina no offre molto, il santuario moderno è diviso su due piani, quello più basso ha all'interno dei mosaici carini (tra cui uno della basilica del Santo di Padova), mentre quello sopra non offre prprio nulla. C'è poi un parco giochi con giostre d'epoca, di inizio 1900, ancora funzionanti ma un po penose, anche se i bambini avevano l'aria di divertirsi lo stesso.
Mangiato lo zucchero filato siamo ridiscesi verso casa, funicolare e poi tutta a piedi, tanto era in discesa...

domenica 28 ottobre 2007

Yupiiiiiii

Ecco a qua il nostro ultimo acquisto! Finalmente un po' di ordine in sala, niente piu' libri sparsi per terra... E poi questo ci ha aiutato a capire che altri mobili vogliamo mettere nella stanza, ci ha dato una visione migliore dello spazio e ci siamo convinti per un certo mobile... ma non anticipo nulla!!! Vedrete il risultato.


Ieri pomeriggio, dopo una mattinata dedicata a montaggio e pulizie, siamo andati a fare shopping, risultato: un pigiamonio per me, un paio di scarpe e due maglioncini per Gabri e poi siamo andati verso il Born perche' avevo visto dei barattoli interessant di terra cotta colorati e fatti a mano, che mi piacevano un sacco, per mettere sale e zucchero. Sulla strada ci siamo imbattutti in un mercatino medievale allestito a fianco al mercato vero del Born, c'era di tutto... Dalle bancarelle di gioiellini artigianali, a quelle di funghi, cioccolato, sciarpe strane, e perfino profumi tutti artigianali. Ovviamente i venditori erano tutti in costume (il che mi ha fatto ricordare le fiere medioevali a cui partecipa la sorella di Luke, era esattamente uguale! Come essere catapultati in un episodio di Gilmore Girls...). E perfino c'erano dei musicanti che suonavano dei pifferi e dei tamburelli e una ragazza che ballava ondeggiando dei nastri. Poi c'era anche una ballerina del ventre, anche se non ho capito bene bene cosa c'entrasse.
Infine passando davanti alla Iglesia del Mar (secondo noi la chiesa piu' bella di BCN) abbiamo visto anche i Giganti! Probabilmente era la Fiesta Mayor del quartiere... Non c'e' pericoo di annoiarsi in questa citta'.

mercoledì 24 ottobre 2007

La cena del vicino

Non Vi capita mai di passare di fianco alla porta del vicino e sentire un odorino che si espande per tutte le scale, uno di quelli che fa venire l'acquolina in bocca e fa immaginare piatti imbanditi con cose buonissime?

A me sta capitando ogni santo giorno. Passo davanti alla porta del 'Principal 4' e ne escono dei profumi buonissimi (oggi un misto di trito di aglio e prezzemolo, faceva un po bogoi...), per lo piu' di carne ma non so distinguerli bene, so solo che mi fanno fermare qualche secondo per annusare meglio prima di continuare a salire verso casa. Gli inquilini di quella casa non sono spagnoli, e gia' questo basta a spiegare il perche' si diano tanto da fare in cucina, al contrario dei locali che non dedicano la dovuta attenzione e importanza a quello che mangiano a casa. Si tratta di una coppia, un 'matrimonio' come dicono qui, di cui abbiamo conosciuto solo la meta' maschile: un gioviale ragazzo marocchino che ci saluta sempre molto affettuosamente. Lei non si e' mai vista, forse e' nascosta sotto un burca, non mi stupirebbe visto che i saluti affettuosi di Rashid, o come si chiama, sono piu' per Gabriele che per me.. Mi pare che con me cerchi di mantenere piu' distanza. Forse e' solo un'impressione mia. A dire il vero non ho ancora visto anche molti altri degli inquilini, anche se uno lo sentiamo cantare benissimo. Non che canti benissimo, ma proprio lo sentiamo come ce l'avessimo in casa....
Di sicuro il nostro vicino di pianerottolo, che per tutta l'estate avevo creduto uno scapolone sui 50, e' un padre di famiglia che aveva evidemtemente spidito moglie e figliolanza in villeggiatura per tutto luglio e agosto. E per finire abbiamo anche traccia di un cane, vive in uno degli appartamenti detti 'bajos', e per i primi tempi abbaiava ogni volta che entravamo dal portone. Ora pare ci riconosca e ha smesso, al massimo se abbiamo un paio di scarpe diverse fa un abbaio ma appena riconosce le voci si tranquillizza di nuovo.
Di sicuro al 'Pricipal 3" c'e' un'altra famiglia con bambino (che secondo me si trova a giocare con quello del mio pianerottolo). Pero' nei giorni scorsi c'e' stato appeso un cartello che si affittava un appartamento, non sono riuscita a capire quale pero'. Sicuro che non hanno fatto troppa fatica a trovare i nuovi inquilini visto che nel giro di 3 giorni l'hanno tolto, come per fortuna anche un paio di divani vecchi e puzzolenti che per ben 4 giorni della scorsa settimana sono rimasti parcheggiati nell'atri a rendere l'aria un po' pesante.

Sta sera noi si mangia zuppa di lenticchie!

martedì 23 ottobre 2007

Lezione di italiano

Tandem puntata nr. 2: italiano.

Al secondo incontro di tandem 'e toccato fare a me da prof... Che ruolo difficile. Improvvisarsi non e' molto facile. Soprattutto visto che l'alunna conosce solo i giorni della settimana (ma almeno li conosce bene). Per iniziare le ho insegnato le prime frasi clasiche: saluti, nome, eta' e provenienza. E poi i pronomi personali, i colori, gli animali, i numeri e le parentele e i plurali.
Ma devo trovare un supporto per la grammatica. E magari per leggere e scrivere un po, viste le evidenti difficolta' con la fonetica... pare che la "v" e il "gl" siano i suoni che proprio fa piu' fatica a pronunciare.
Cerchero' qualche idea e supporto in internet... O se avete suggerimenti sono ben accetti.
Alla fine io pure ho fatto un po di esercizio visto che abbiamo parlato anche in spagnolo sia per spiegarle le cose sia per fare quattro chiacchere.
Sono contenta di fare questa cosa, e' divertente e utile e lei e' anche simpatica quindi spero che diventeremo amiche.

lunedì 22 ottobre 2007

La Pedrera

Ieri ci siamo concessi un paio di vizietti. Siamo andati pranzo da ORIGEN 99,9% nome complesso per un posto che fa cucina catalana che mescola creativita' e tradizione. Non e' molto caro, ogni piatto costa una media di 5 euro e con 3 sei davvero pieno, o per i golosi 2 piu' il dolce... Abbiamo mangiato bene, meglio di quanto pensavamo, l'abbiamo sempre preso per un posto turistico visto che di sera ha sempre la coda fino a fuori, invece a pranzo e' proprio tranquillo e piacevole. Abbiamo assaggiato una specie di crostone con una specie di caponata e baccala', poi zucchine e baccala' e azzardato con costine di maiale alle castagne! 
Il dolcino invece ce lo siamo presi in una vecchia pasticceria artigianale: un cioccolatino gigante col riso soffiato io e con le mandorle Gabri.



Per concludere siamo andati a fare i turisti alla Pedrera, l'opera piu' famosa di Gaudi' insieme alla Sagrada Familia. Si puo' visitare l'ultimo piano, la soffitta e la terrazza e l'audioguida viene fornita gratis ed e' interessante visto che racconta la storia della casa, ordinata da una famiglia borghese a inizi 900, e' anche ricreato l'arredamento interno ed e' pazzesco! Ci sono i ferri da stiro con la stufetta apposita, un rudimentale boiler per la doccia, perfino un ferro arriccia capelli...

 


Un salto indietro nel tempo che fa venire quasi nostalgia di quando per strada correvano le carrozze. E poi ovviamente la terrazza con i cortili interni studiati perche' tutte le stanze prendessero luce, la forma sinuosa di un serpente e i comignoli che somigliano a guerrieri venuti dallo spazio. La consiglio davvero a chi viene a vedere la citta', il biglietto costa 8 euro, ma sono davvero ben spesi! Siamo stati dentro 2 ore senza nemmeno accorgerci del tempo che passava. Gaudi' era un genio.





domenica 21 ottobre 2007

FORZA ROSSA!!!!!

E' appena finito il mondiale e stiamo ovviamente festeggiando per la vittoria rossa e altrettanto per la disfatta di Alonso.
Io gioisco anche per una amica che e' li'. L'ho vista in tv... Non avevo sue notizie da un bel po. Risalivano a qualche anno fa quando ha iniziato a fare lo stage nell'ufficio stampa Ferrari e ora e' li' sotto il podio a sgolarsi cantando l'inno. Era il suo il sogno e un po mi fa invidia...Complimenti!

Il nostro weekend e' trascorso tranquillamente vivendo la citta' piu' che mai. Ieri siamo usciti a fare due passi e siamo tornati a casa dopo 6 ore... Ce ne siamo andati a Barceloneta a goderci un pranzetto di pesce da Can Maño per poi passeggiare lungo la spiaggia, siamo arrivati fino al pescione e tornati indietro con pause sulle panche per leggere un po sotto il sole.









C'era chi faceva il bagno, avevano l'aria di essere tedeschi pero'. E parecchi altri che facevano surf da onda.



Per concludere la serata avevamo avuto l'ideona (mia in realta') di adare in un pub a vedere la finale del mondiale di rugby, che a me piace tanto, siamo arrivati in questo autenticissimo pub irlandese (Michael Collin's) con personale irlandese in piazza della Sagrada Familia, un'ora prima dell'inizio del match ma era gia' tutto pieno e non si riusciva a sbirciare da nessuno dei 3 televisori, nemmeno posti in piedi... Cosi' ce ne siamo andati un po delusi, visto che nemmeno le ordinazioni di cibo sono arrivate: appena e' iniziata la partita tutto si e' bloccato. Abbiamo anche rinunciato a cercare un altro posto perche' c'era un vento pazzesco e freddissimo che ci ha colto di sorpresa e congelato.
Almeno in tv facevano un bel film... Col fatto che iniziano alle 10 non ci siamo persi manco l'inizio...

mercoledì 17 ottobre 2007

Gita







Eccovi anche le foto della gita di domenica scorsa...

Ultime news...

Finalmente riesco a pubblicare...
Ho un sacco di cose da raccontare!!!! Intanto vi dico che alla faccia di chi ha detto che a BCN non piove mai, è da ieri che diluvia. Quindi sono chiusa in ufficio e mi mangio qui il mio panino portato da casa e fatto con tanto amore.
Che tristezza.... Peró questo mi ha permesso di sentire che hanno intenzione di comprare un tavolo e una sedia. Immagino siano per me visto che fino a oggi sto migrando da un posto all'altro seguendo ferie e malattie.... Mica mi hanno dato un portatile per altro!

Il tandem
E' andato bene bene, Angeles è simpatica e abbiamo chiaccherato un'ora senza pause sedute in un locale super storico della città : Els cuatr Gats (i 4 gatti), dove solevano sedersi a sorseggiare un caffè Gaudì, Mirò e tutti gli artisti più famosi. Il posto non è male, tutto in stile liberty e si può anche cenare. Alla fine il tempo è volato. Lunedì prossimo si ripete ma sta volta si parla italiano, o meglio cercherò di insegnarle qualche cosa.

Avventura
In questi giorni si sta svolgendo una conferenza qui in BCN a cui partecipa Gabri e anche diversi altri fisici di sua conoscenza e mia conoscenza (reminiscenze pisane e non). Per cui ieri sera siamo usciti a cena con un paio di ragazzi (Massimo e Simone). Non so bene come ma quando li ho raggiunti all'appuntamento avevano deciso per una cena pakistana nel Raval. Ok, sembrava interessante. Ci siamo avviati, abbiamo raggiunto il posto che sembrava pure carino, se non che aveva un ospite piuttosto grosso che camminava placidamente sul muro. Simone se n'è accorto e ci ha avvisato. Ci siamo girati e.... dire schifo non è sufficiente. Io sono rimasta shokkata! Era lo scarafaggio più grosso che io abbia mai visto!!!! Almeno 5 cm di bestia che passeggiava sulla parete con l'aria di sentirsi proprio a casa. Ci siamo guardati negli occhi e 3, 2, 1 fuga!!! per la serie: 'ma che ne dite di andar per tapas?'
Di scarafaggi qui mi è capitato di vederne di notte sui marciapiedi, e raramente sui binari delle metro. In finale a Londra ci sono molti più topi... Ma poi non sono mai stati più grandi del paio di cm, dimensioni classiche normali da scarafaggio da tombino. Ma quello li dentro era proprio un'altra cosa. Forse una mutazione genetica. Vi dico solo che sta notte me lo sono sognato e ho continuato a fare incubi tutto il tempo. Ogni volta che penso a cose da mangiare mi ricompare la sua immagine zampettante davanti agli occhi. Non so se riuscirò a superarlo.
Almeno da Sagarra abbiamo mangiato bene come al solito e abbiamo piacevolmente conversato. Non mi ricordavo quanto è bello l'accento toscano.



domenica 14 ottobre 2007

Sbevazzamenti e sabbia...

Oggi grande giorno di iniziazione delle gite. Per iniziare le nostre tradizionali gitine domenicali abbiamo scelto il Penedes, zona vinicola della Catalunya, famosa in particolare per il cava ossia lo champagne nostrano.
La prima tappa e' stata la cantina del Frexenet, ci siamo passati davanti quasi per caso e ci siamo fermati subito sperando nella possibilita' di una visitina... Con grande piacere abbiamo scoperto che era possibile effettura una visita guidata gratuita allo stabilimento intero con tanto di degustazione. Ci siamo accollati la visita in catalano visto che iniziava di li a 10 minuti, altrimenti per lo spagnolo avremo dovuto aspettare un'oretta. Ma devo dire che abbiamo capito quasi tutto. Per iniziare ci hanno mostrato un video con la storia centenaria della cantina e delle due famiglie unite da un matrimonio di interesse commerciale che da secoli portano avanti la cantina ed esportano il vino in tutte il mondo. Poi abbiamo proseguito visitando le cantine vecchie, originali, dove riposano le bottiglie lasciate per mesi a depositare i 'fondi' e che tutti i giorni vengono ruotate manualmente. Siamo discesi fino a 20 metri sotto terra in una sala completamente ricoperta di muffa e piena delle bottiglie piu' vecchie facenti parte della riserva reale, lasciate li a coprirsi di muffa dall'82. Siamo passati poi allo stabilimento piu' moderno dove si effettua la produzione vera e propria, saliti su un trenino elettrico siamo risaliti diversi piani passando tra pareti e pareti di bottiglie dorate piene di bollicine, con alcuni vuoti lasciati dagli scoppi occasionali di bottiglie.
Alla fine ci hanno offerto un bel calice che cadeeva proprio a fagiolo come aperitivo e ci hanno lasciato a scorazzare per lo shop pieno di souvenir e bottiglie in confezioni regalo.

Ci siamo poi diretti verso il paesotto di Vilafranca, carino, carina la cattedrale peccato che dopo un'ora ancora non avevamo trovato un posto per mangiare. Abbiamo chiesto a dei locali che gentilmente ci hanno aiutato ma purtroppo era tutto chiuso. A quanto pare non e' un posto cosi' turistico da avere i ristoranti aperti di domenica a pranzo. Alla fine siamo riusciti a raccattare un pollo allo spiedo e delle patate al forno da una gastronomia e ce lo siamo pappato seduti su un panchina sotto il sole ancora bollente di ottobre.

Un po delusi e intristiti ci siamo diretti verso la costa: Vilanovai la Geltru'. Ci siamo goduti una bella passeggiata sulla spiaggia con tanto di piedi scalzi e pucciati nell'acqua! Riposino sugli scogli per prendere un po di sole in faccia, incredible come scalda ancora, c'era perfino che faceva il bagno! E poi via di ritorno a casa...

venerdì 12 ottobre 2007

Festa...di nuovo...

Non so se ve l'avevo detto... qua in in Spagna oggi e' festa nazionale!

Festa dell'Hispanidad. Non che qui in Catalunya sia molto apprezzata, anzi e' stata accolta da facce schifatine, ma finche' si sta a casa nessuno protesta. Noi in Italia non abbiamo niente di simile, nessuna festa dell'italianita'. Anche se non vedo l'utilita' di una festa cosi' a parte un giorno rosso in piu' sul calendario.

Ma non preoccupatevi, non ho festeggiato! Il vantaggio di lavorare per un sito italiano e' che non ho problemi di lingua, il pacco invece e' che mi spettano solo le feste italiane, molte di meno delle locali. Quindi anche oggi lavorato come al solito, anzi di piu' visto che ho appena finito. La cosa bella pero' e' che stressa meno lavorare da casa, anche se puo' comportare dei fastidiosi ostacoli, tipo wireless del portatile dell'ufficio che non prende e quindi te lo sei portato per nulla o la lentezza della rete. E poi ero in compagnia, anche Gabri oggi ha allestito l'ufficio in cucina. Finalmente e' tornato e per un mese e mezzo non mi mollera' da sola!

Aggiornamenti:
-MastroLimpio il pescetto ci ha lasciato, cavolo! Di nuovo con un pescetto solo...
-Il tempo sta rinfrescando anche qui, del tipo che ci vuole il golfino anche a ora di pranzo (ma vedo tanti coraggiosi ancora in maglietta, tra cui Gabri)
-Un'altra ragazza si e' proposta per il tandem. Vedo se organizzo anche con lei...

mercoledì 10 ottobre 2007

Tossa del Mar


Tandem

Ieri pomeriggio mentre lavoravo ho avuto un flash, mi sono resa conto che in pratica non sto imparando molto di spagnolo, non lo parlo mai. A casa ovviamente parliamo italiano, al lavoro idem a parte qualche rara parola coi colleghi (del tipo ciao, a dopo, grazie, prego, in pratica nulla). Resta solo qualche breve sillaba con qualche commessa o il vecchietto che chiede se e' libero quel posto in autobus. Certo il livello di comprensione e' buono ed e' anche un po migliorato, almeno per lo spagnolo da tv!!!
Quindi mi sono decisa a dover fare qualcosa (dopo la ginnastica... sara' il periodo delle ideone!) e ho ripensato al tandem. E' da quando sono arrivata che ci penso ma mai seriamente. Invece ieri mi sono messa in internet e ho cercato un po. Neanche molto in verita', c'e' un sito che si chiama loquo.com che contiene annunci di ogni tipo, dalle case ai matrimoni... Tra gli altri anche i tandem. Ossia incontri una persona di un altra lingua e si parla un po in una lingua e un po nell'altra, cosi' si impara a gratis o semplicenente si fa esercizio.
Non avete idea della quantita' enorme di annunci per qualsiasi lingua, dall'inglese (piu' che ovvio) al danese, norvegese, russo e perfino giapponese! Leggendo gli annunci pare anche che la maggior parte dei ragazzi stranieri che offrono la loro lingua o l'inglese a cambio di spagnolo o catalano, sono nuovi della citta'. In pratica pare essere un buon modo per fare amicizia, inserirsi nella nuova citta' e anche perchenno' cuccare se va bene....
Dopo aver visto gli annunci degli ultimi giorni ho risposto a un paio di ragazze, che purtroppo sono la minoranza delle annunciatrici... Alla fine ho deciso di mettere il mio annuncio! In un giorno e' stato visto 40 volte, non male, e ho ricevuto tre risposte! Nonostante abbia scritto esplicitamente "preferibilmente ragazze" due sono di ragazzi, che per ora ho ignorato.


Invece con la ragazza ci siamo scritte per mail e messe d'accordo. Si chiama Angeles e ha 27 anni, e' di BCN, abbiamo programmato di vederci due volte a settimana, il lunedi e il giovedi, dopo il lavoro in ora da aperitivo. Lunedi' il primo incontro!!!
Spero che sia simpatica e di fare amicizia. Dovremo aspettare fino a lunedi sera per saziare la curiosita'.

lunedì 8 ottobre 2007

Ridiamoci su

E vabbe' siccome vi voglio bene vi faccio ridere un po a mie spese, cosi' iniziate (o finite) bene la giornata e poi si sa che ridere fa bene al cuore, chissa' che vi allungo anche la vita.

Oggi si da il caso che ci sia un sacco di rete, dopo gli ultimi giorni di quasi totale isolamento ho pensato: perche' non approfittare? E uniamo anche il ripesco dei buoni propositi dell'autunno: fare un po di esercizio. Si dice anche dei due piccioni...
Da "braccini corti" ho avuto l'ideona di cercare su Youtube, fonte inesauribile, qualche filmino a tema. Ho cercato un po di pilates, yoga e tai chi... tanto per farmi un'idea. Ovviamente ce n'erano un botto di filmati, la maggior parte americani. E dopo averne visti un paio interessanti, mi sono fatta prendere dall'entusiasmo e sono andata a mettermi maglietta comoda, braghette corte, tolti orologio e orecchini e acchiappato tappeto ero pronta a sperimentare sti esercizi! Che valiente che sono!!! (forse in italiano si dice coraggiosa, aiuto lapsus!)

Conclusioni:
1- il tai chi e' palloso!!!! Almeno visto in filmato... tutto musichina dlin-dlon cinese e non spiegano nulla.

2- il pilates e' per wonderwoman! Cose basiche per sfigati principianti nisba, solo esercizi faticosissimi e complicatissimi del tipo: da sdraiati alzate le gambe verso il cielo e poi arrampicatevi con le braccia alzando il busto stando in equilibrio... si, e poi????

3- lo yoga pare rilassante invece e' massacrante! Ho trovato un paio di filmati di riscaldamento ma non ci prendo con la respirazione e poi cambiano troppo veloce e non gli sto dietro a guardare il filmato e fare la mossa che gia' sono piu avanti e non capisco nulla. Non credo sia per l'inglese, e' proprio che non sono portata... Forse con un personal trainer qui presente sarebbe un po piu facile... Specie quel figone con gli occhi un po tirati di uno dei filmini che ho scovato :-P


Risultato?
Buoni propositi nel cesso e fame!

Scommetto che state ancora pensando a chi e' "braccini corti"...

Crepes

Per la rubrichina periodica di recensione ristorantini, oggi vi segnalo un posticino grazioso per gli amanti delle crepes. L'abbiamo sperimentato ieri sera e siamo rimasti soddisfatti. Si chiama "La Creperie Bretonne" (in Balmes all'altezza di pl. Molina) e ovviamente fa solo crepes, sia salate che dolci, annaffiate da sidro ma non francese. La scelta e' sufficientemente ampia, il servizio cortese, i tavoli e il locale piccoi piccoli come a Parigi... Non male e davvero davvero economico! Certo armatevi di pazienza che alle 22.30 era ancora pieno e abbiamo aspettato una ventina di minuti per sedercie anche per servirci ci hanno messo un po. Ma per 12 euri di cena in due mica ci si puo' lamentare...
E poi e' anche abbastanza vicino a casa da andarci a piedi, pero' sta volta niente sorprese sulla strada del ritorno.

Da domani inizio il lavoro a tempo pieno, fatemi gli auguri! Ce la faro'? Mi stavo abituando a polleggiare di pomeriggio, ma mica si puo' continuare a fare la bella vita per sempre... (Purtroppo!)



domenica 7 ottobre 2007

Nuove foto

Come promesso eccovi le ultime foto dei cambiamenti di casa, il copridivano con le nuove tende bianche, le tende azzurre della camera con le calamite e (non c'entra ma mi piaceva) il nuovo amichetto del mio cellulare... con hello kitty era gia' parecchio frufru ma cosi' e' imbattibile!


venerdì 5 ottobre 2007

E fu rete!

Finalmente uno sprazzo di rete...

Il viaggio tutto bene, compreso il taxista che non ha smesso di lamentarsi un secondo dall'aeroporto a casa! Perfortuna sono solo 20 minuti... e perfortuna avevo ancora le orecchie tappate dal volo! Si sono stappate un po verso ieri sera... Due giorni di semi-sordita'.

La casa tutto bene, due pescetti all'appello, piantine cresciute... insomma niente di anomalo. A parte il caldo! Fa piu' caldo di quando sono partita, ampiamente sopra i 20 gradi. E gioisco che in ufficio non mi stanno nemmeno sparando l'aria condizionata a palla, forse ho speranza di far passare il raffreddore.

Oggi grande acquisto!!! Ritirato lo stipendio ho subito investito nelle tende!! Sono graziosissime, bianche con dei ghirigori bianchi (appena mi si ricarica la macchinetta faccio la foto, lo so che siete curiosi!) stanno benissimo e finalmente siamo protetti da sguardi invadenti.

Programmi per il sabato solitario? Shopping e magari anche una bella passeggiata lungo la spiaggia se c'e' il sole!

Godetevi il panorama. Quella enorme e' la Sagrada Familia...


mercoledì 3 ottobre 2007

Pronta per la partenza

La mia visitina in Italia è agli sgoccioli....
Manca solo da chiudere le valigie, salutare le persone care e via si và! Mi riporto a casa due valigie arrivate vuote e ora strapiene e strapesanti, un bel raffreddore con bruciore di gola e naso colante compresi, un po' di voglie saziate, gli arrivederci degli amici che ci vengono a trovare a Capodanno e di quelli che rivedrò più in là, un po di peli di Snoopy (cagnolone di casa) appiccicati ai vestiti...

Ma almeno ieri sera ho chiuso in bellezza guardando le prime due puntatone di Gilmore Girls (Pensierorosa se non c'eri tu me le perdevo! Mica lo sapevo io...). Belle bellissime! Spero di non dover aspettare troppo per vedere la continuazione. Non anticipatemi nulla, che tanto ci penso io a vedere spezzoni su YouTube...

Sta sera di nuovo nel mio lettone!



martedì 2 ottobre 2007

lunedì 1 ottobre 2007

E' già lunedì...

Il weekend è stato bello pieno. Shopping, amici, vari spritz e pizza, locali.
Ieri perfino una serata "sole donne" dopo anni che non capitava. Piacevole compagnia e chiacchere in libertà a ruota libera tutta la sera. Meglio approfittare finchè si può, che poi a BCN è un po' dura ripetere...
Oggi altri impegni, controlli medici, altre amiche da salutare e da domani si incomincia a organizzare la valigia del ritorno. Una vera e propria sfida ridurre maglioni, lenzuola, scarpe e giacche invernali, perfino il piumino (quello del letto), qualche libro e magari anche lo scaldino, la bilancia e un paio di pacchi di pasta, in 20 kg di valigia. Ho già fatto un pensierino al marchingegno del sottovuoto e il problema volume dovrebbe essere risolto. Ma quello peso? Sarà una vera lotta fare entrare tutto e non superare i kili consentiti in stiva. Ma ho sempre i 10 kg di riserva del bagaglio a mano...

Se poi qualche gentile omino muscoloso è poi a BCN mercoledì sera e sentisse l'irrefrenabile bisogno di aiutarmi a trascinare i bagagli fino a casa sarei molto grata.

venerdì 28 settembre 2007

Eccomi in Italia

Dopo 4 mesi sono di nuovo qui...
Una toccata e fuga di pochi giorni, con tante cose da fare, tanti amici da rivedere, tante cose buone da mangiare, freddo da patire, ecc....

E a me viene in mente una cosa, il gioco di Paul Anka... Io sono un po così...

mercoledì 26 settembre 2007

Wok Sushi

Si da il caso che vicino a casa nostra ci sia un ristorantino asiatico, specializzato in wok e sushi come anche dice il nome del ristorante. Si da anche il caso che a me notoriamente non piaceva il genere 'asiatic cusine', ma non so com'e' che ultimamente mi prende bene... specie dopo quel posto fichissimo a Washington (Raku) dove ho mangiato cose buonissime. Cosi' siamo andati li' a cena visto che domani parto per una settimana e poi Gabriele parte la settimana prossima e non ci vedremo per un sacco... bla bla bla...
Abbiamo mangiato un sacco, si da il caso che faciamo buffet libero a modici 16 euro circa. E si da anche il caso che si mangi abbastanza bene, alcune cose molto buone altre meno, ma in media direi che e' un posto in cui ci porterei gli amici. (Siete avvisati...)

La cosa migliore della serata non e' stata la cena pero'. Siccome questa e' una citta' che ti coglie sempre di sorpresa, abbiamo avuto la nostra sulla strada del ritorno. Premessa: essendo una citta' molto civile per alcune cose, si usa lasciare le cose vecchie di cui ci si vuole liberare ma che ancora sono in buono stato o anche lontanamente recuperabili, vicino ai cassonetti sul marciapiede. Cosi' chiunque con un po di pazienza puo' trovare cose interessanti.
E noi oggi abbiamo trovato la nostra... Un comodino, purtroppo solo 1, in ottimo stato a parte il colore discutibile. Ma con un po di cartavetrata, una passata della pittura rosa avanzata e un pomello nuovo per il cassetto, si trasformera' presto in un prezioso tavolino da sistemare accanto al divano... Che ve ne pare? Intanto ci regge la tv e abbiamo riguadagnato una sedia.

martedì 25 settembre 2007

Evviva, evviva

Finalmente sta sera ci hanno portato il divano!!!
Ci abbiamo messo due mesi e mezzo, ma ce l'abbiamo fatta. (E qui scatta l'applauso...)

Eccolo. Eccoci.



Comunicazione di servizio: ho aggiunto il link all'album completo delle foto dei Castellers. Lo trovate qui o tra i link preferiti.

Bailando por la calle

Ecco altre foto della festa delle Merce'.
Sono fatte col cellulare quindi non pretendete troppo...



Il Drac del correfoc, e i tamburi... Anche un mangiafuoco, ma sono riuscita a rendere le sue fiammate con un obbiettivo cosi' scarso.
E tutta la gente ballando al ritmo ossessivo dei tamburi, che (ormai e' approvato) su di me hanno un effetto "flauto magico".

lunedì 24 settembre 2007

I Castellers di Vilafranca

Questa e' la costruzione piu' alta mai fatta, 10 piani per 2 persone ognuno, oltre alla pinya (gruppo di sotto). Ieri hanno fatto la stessa costruzione ma con un piano in meno...



domenica 23 settembre 2007

Times of Fiesta

These days here in BCN are very important. Tomorrow will be Patron Saint Day, but the celebrations has already started on Friday...
4 days of concerts in the streets, book market, wine taste along the arbour, fireworks, yoga on the beach, Sardana dancing (typical catalan dance), open museums, theatres at half prize, Correfoc (like the feast in Mataro' we went in july) and of course Castellers!
Castellers are human castle: men, women and also small chidren participate to it. The youngest children are about 4 years old and climb 7 or 8 levels of people... It might be almost 9 or 10 meters high, like a 3 floor building... And the only protection only the 2 little girls have is a crash elmet, compulsory since some years ago, after a baby died.
You now understand how much difficult, risky, and spectacular it is... We were very close, in the middle of them, and we could see their faces concentrated, their bodies trembling, while this small girls climbed to the top fast and easy like a spider.
Amazing.
We also saw a tower falling, people crushing in the inside of the construction, while the two little girls fell several meters in thin air to the bottom floor where other people cought them. It was such a fear...
Then Gabriele went to help making a tower, on the lower level, people climbing on his head and shoulders, pressed like sardine in a can... But it was great and exciting, and that tower was the tallest and the most beautiful.
Enjoy the pictures below...

Los Castellers de la Merce'

Finalmente abbiamo assisito allo spettacolo dei castelli umani, tipici della Catalunya. Sono impressionanti. Eravamo proprio sotto di loro. Tre squadre si sono date battaglia a suon di costruzioni equilibriste altissime, arrampicate folli ad altezze da capogiro. Maglietta malva: Terrassa. Maglietta rossa: Barcelona. Maglietta verde: Vilafranca. Ognuna ha fatto l'ingresso nella piazza San Jaume in piccola formazione singola di 4 piani. Vedi al lato.








Ho fatto un sacco di foto e sceglierne poche da farvi vedere e' un problema: sono tutte belle. Ogni momento della costruzione e ridiscesa del castello e' intriso di concentrazione e fatica, ma anche di incredibile equilibrio e rischio. Solo guardarli da vicino da' un po' di vertigine... Al pubblico viene chiesto di fare silenzio, in modo che si possano sentire tra loro, e sentire le direzioni di quello che da sotto da' l'ok per l'ergersi dei piani successivi. Quando arrivano a meta' cotruzione entrano in scena le due piu' piccole e inizia la musica. Ma quando arrivano in cima lo scroscio di applausi copre i flauti e poi velocemente si disfa tutto, tra i vari "molt ben!" (=molto bene) urlati tra il pubblico.




Il castello perfetto si erge in poco tempo e le due bimbe (di 4 anni circa, quelle col caschetto) devono salire incrociarsi sulla vetta, la piu' in alto alza il braccio e ridiscendere dal lato opposto, poi seguono gli altri ordinatamente. Il tutto a 6/7 metri di altezza. Quasi tutti i castelli erano di 8 piani... uno adirittura di 9, proprio quello a cui ha partecipato Gabriele facendo da aiuto alla base, con i castellers che gli passavano sulla testa e sorreggendone un paio per la durata del castello (quello delle ultime due foto). Ormai e' un catalano adottato!



Abbiamo anche visto una torre cadere, e le bimbe piu' in alto fare un volo spaventoso e ricadere sui compagni qualche metro piu' in basso. Per fortuna nessuno si e' fatto male, solo un po di spavento, ma ci hanno riprovato e le bimbe (le mie eroine) si sono fatte coraggio e hanno scalato di nuovo la mega torre umana.